L’arte di «Insoliti Incontri» trova casa a Pertica Bassa

Nella Madonna del Pianto sarà possibile ammirare un'opera di Valentino Vago della Collezione Paolo VI

BresciaOggi, 7 settembre 2018

Intorno all’arte si fa squadra, e attraverso la Valle del Chiese fino a Concesio la collaborazione si concretizza nel progetto «Insoliti incontri». Ono Degno, Gavardo e Vestone: sono questi i tre paesi individuati dal Sistema museale della Valle Sabbia, con la Collezione Paolo VI di Concesio, per le esposizioni che daranno vita al terzo e ultimo anno di un progetto che mira alla rivalutazione dei luoghi attraverso l’arte.

L’iniziativa, che prenderà il via domani al Santuario della Madonna del Pianto a Ono Degno (Pertica Bassa), è stata presentata nei giorni scorsi nella sede della Comunità Montana dall’assessore alla cultura Claudio Ferremi e da Michela Valotti, coordinatore del Sistema museale, con Paolo Sacchini, direttore del Centro studi Paolo VI. Nel santuario di Ono Degno sarà esposta un’opera di Valentino Vago. L’inaugurazione è prevista per domani alle 19.30 con la messa a cui prenderà parte il gruppo vocale «In Corde Musicae».

L’opera rimarrà in questo incantevole angolo della Valle Sabbia fino al 23 settembre; in questo lasso di tempo si susseguiranno eventi, conferenze e spettacoli musicali a completare un quadro di richiamo che intende favorire, attraverso la contaminazione dell’arte, la fruizione di un luogo di cultura difficilmente accessibile. Sempre a Ono Degno troverà posto la videoinstallazione di Armida Gandini dal titolo «Pulses», con la quale la giovane artista bresciana si è di recente aggiudicata il premio Paolo VI per l’arte contemporanea. Un progetto ambizioso, quello sostenuto dalla Comunità montana, che, a grande sorpresa, nelle due passate edizioni ha riscosso entusiasmo e inaspettata partecipazione.

Il secondo evento del progetto sarà inaugurato l’11 novembre nella sede del Museo archeologico della Valle Sabbia, a Gavardo, dove verrà esposta un’opera di Rudy Pulcinelli. Terzo e ultimo appuntamento dal 9 dicembre al 6 gennaio nella biblioteca comunale di Vestone con l’esposizione di un autoritratto di Fausto Pirandello, terzogenito del drammaturgo Luigi.Nel contesto vestonese anche l’associazione artistica «Via Glisenti 43» darà il suo contributo esponendo in contemporanea le opere di cinque autori del ‘900 tra i quali Renato Guttuso.

Mila Rovatti

Leggi il seguito

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Don`t copy text!
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi