La Corna Blacca

Con i suoi 2006 metri la Corna Blacca, è la vetta regina delle Prealpi Bresciane. Da qualsiasi lato la si guardi, la Corna Blacca si presenta come un castello di roccia biancastra. Il nome deriva probabilmente dal latino, blacca, biancastra, e da questo si deduce il significato del suo nome.

Si tratta di una roccia dolomitica, culminante in due cime, separate da una leggera depressione. Apprezzato punto panoramico, perché offre la possibilità di vedere l’Adamello, il Monte Baldo, i monti della Val Trompia e della Val Sabbia, unitamente ad altre cime del nostro sistema prealpino, che sfilano in magnifica sequenza a giro di orizzonte.

Rimase inesplorata fino al 1860. La sua conquista avvenne nel 1862 da Don Giovanni Bruni (da qui deriva anche il modo meno conosciuto di chiamare la Corna Blacca, ovvero Corna Bruni), emerito curato di Collio e insigne naturalista accompagnato da il dott. Lorenzo Tonni-Bazza, medico condotto valtrumplino e abile cacciatore.

Leggi il seguito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Don`t copy text!
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi